Capello bianco ti sconfiggo…per questo mese!

La strada per rimanere una ragazza non può non passare per la lotta ai capelli bianchi.

Il capello bianco è proprio qualcosa che ti invecchia precocemente. Gli uomini sono brizzolati, affascinanti…le donne VECCHIE e TRASCURATE! E poi gli sguardi sulla testa….quando non hai fatto la tinta sono deleteri e minano forremente l’autostima..non li sopporto.

Io ho iniziato molto presto, quando ancora ero UNA RAGAZZA, diciamo all’età di 26 anni….Presto si, però è successo a tutte le mie amiche che con me frequentavano ingegneria a Tor Vergata….quindi forse c’è stata una causa comune scatenante….

Ora se ricordate, qualche mese fa sono stata abbandonata della mia parrucchiera (quella che mi aveva truccato e acconciato per il matrimonio e da cui andavo da ormai 4 anni!) e l’esperienza con il nuovo, che ha rilevato il negozio, non era andata benissimo.
La cute bruciava e avevo avuto una reazione sulla pelle.

Dopo un mese tra mare e montagna era giunto il momento di provvedere anche perché il 1 settembre avrei ricominciato a lavorare.

Bene! Vado al negozio di forniture per parrucchiere di Anzio, dove mi trovo in vacanza, e mi faccio consigliare.
C’è da dire che sono una parrucchiera mancata….intrappolata dentro un’ingegnere! Spesso ho fatto esperimenti sulla mia testa, su quella di mia madre e su quella delle mie amiche….

Ecco il risultato della visita al negozio:

IMG_0483.JPG

Ho specificato alla ragazza del negozio che avevo la cute sensibile, quindi mi ha consigliato questa tinta senza ammoniaca, resorcina e parafenilendiammina, NOOK nature’s Kolor.
In realtà conoscevo la marca, perchè la mia parrucchiera mi aveva venduto un’altro prodotto, NOOK Kromatic Cream, sia ravvivante del colore che antigiallo per il biondo di mamma, ma non sapevo che avesse anche la tinta e che fosse “più o meno BIO”.
Avevo anche provato altre tinte senza ammoniaca durante la gravidanza e a parte Casting di L’Oreal, i risultati erano tutti sul “rossiccio”, quindi avevo lasciato perdere.

Ho preso anche l’ossigeno, ma a 10vol, nella speranza che danneggiasse meno i capelli e sensibilizzasse meno la cute, anche perchè non dovevo decolorare ma coprire.

Come indicato dalla commessa del negozio ho amalgamato crema colorata e acqua ossigenata nelle quantità 50 ml e 75 ml (ovvero 1 parte e 1 parte e mezza). Tempo di posa 30 minuti.

La reazione sulla cute è stata minima, nel senso che ho avvertito solo un lieve fastidio, ma niente degno di nota.

Il colore bellissimo, un castano caldo con riflessi dorati, tanto che la commessa della farmacia mi ha fatto i complimenti chiedendomi da quale parrucchiere andassi.
Le ho confessato che avevo preso i prodotti a 50 mt dalla farmacia.

Veniamo alla tenuta!

E’ passato più di un mese e il colore ha scaricato molto durante i lavaggi. I capelli bianchi sono diventati con il tempo “più riflessati”, però nel complesso bene. Quindi se fate i capelli da sole ve lo consiglio anche se andare dal parrucchiere è più piacevole.

La battaglia è vinta, ma la guerra continua e tra qualche giorno dovrò rifare la tinta, ma questa volta mi concedo un paio d’ore per me e vado a provare un salone che utilizza prodotti BIO e garantisce ZERO ALLERGIE, scovato da mia madre (THE TREND SETTER).

VADO, PROVO E TORNO!

A presto

TGMGO

 

 

 

Annunci

Capelli al vapore…

Ho sempre sostenuto che avere i capelli in ordine, facesse il 90% nell’aspetto di una persona.
Appena uscita dal parrucchiere, anche struccata mi sento un’altra!

E ultimamente i miei capelli hanno fatto veramente pena….figuriamoci il resto!

Devo fare la tinta ogni mese per la ricrescita e piega con il phon tutte le volte che li lavo perchè ho un capello che tende a gonfiarsi, ma il tempo a disposizione è sempre meno, quindi sempre più spesso somiglio ad un leone.

Vi ho già detto che il mio parrucchiere di fiducia ha cambiato gestione. Ci sono andata…ho provato…ma il colore non mi è pisciuto (fatto 2 volte) e la tinta mi bruciava la cute. Inolte cosa mai successa, per smacchiarmi il viso hanno usato un prodotto che mi ha fatto venire una bella chiazza rossa, sparita il giorno dopo mettendo il gentalin, ma comunque una CHIAZZA ROSSA!

Però grazie a lui una scoperta interessante l’ho fatta…la PIASTRA A VAPORE.

Vedo la chioma di una signore sulla 50ina, corvina, capello lunghissimo. La asciugano con il solo phon e il capello era quello che era….ovvero gonfi, si vedevano le punte sfibrate sulle lunghezze e opachi. Mi rigiro 15 minuti dopo…un’altra testa!  Capello lucentissimo, punte sane, da dietro sembrava una polinesiana!Rimango sbalordita e il parruchiere parla di piastra a vapore e mi promette che la prossima volta (?!?!?!?) la farà anche a me. Non avendo intenzione di tornare inizio a Googolare e scopro questa MERAVIGLIA!

 

 

Recensioni positivissime sul web! E pensare che prima ero una trendsetter, non mi sfuggiva nulla, ero sulla cresta dell’onda delle novità!

Disperazione…ma andiamo oltre!

E’ stato un acquisto impulsivo lo ammetto…(questo mese non comprerò nessun capo di abbigliamento come mi ero ripromessa, perchè questa ha fatto fuori il budget!), ma l’ho provata ieri e vale tutti i soldi spesi.

Metto anche il link dell’e-shop dove l’ho acquistata, perchè nè su Amazon (dove solitamente faccio acquisti), nè su Ebay, ho trovato un prezzo così “vantaggioso”.

Ne esistono due tipi, professional (con caldaia grande) e home (con caldaia piccola), quella che ho preso io.

Il pacco è arrivato il giorno dopo l’ordine, sono stati velocissimi.

Inoltre in abbinamento si possono scegliere dei prodotti (che consiglio), io ho preso quelli per capelli sensibilizzati, perchè tra tinte e phon effettivamente sono stressati.

Ma veniamo alla pistra.

Avete presente il ferro da stiro a caldaia??? Bhè il concetto è uguale! E’ una piastra di dimensioni più grandi rispetto a quelle sottili solite, collegata ad una piccola caldaia (contenitore di acqua).

Sembra che grazie al vapore, questa piastra secchi meno i capelli e che inoltre grazie a questi prodotti abbinati sia possibile fare un vero e proprio trattamento ricostituente alla Keratina.

Questo non posso assicurarlo. Il concetto ci starebbe pure. Posso dire che passando sulle ciocche queste sembrano quasi umide e toccandole poi il capello è invece asciutto, fluente e morbidissimo.
Volevo verificare cosa c’era in questi prodotti, perchè si parla spesso sui forum di capelli, di siliconi e parabeni, sostanze che non fanno bene alla capigliatura, che danno un “effetto” sano, ma è solo una patina depositata sopra.
Ovvio che non saranno prodotti ecobio, altrimenti lo avrebbero scritto.
Verificherò lo stato dei capelli un giorno senza passare la pistra, se sono peggiorati o no.

Inoltre la piega dovrebbe resistere all’umidità. Verificherò anche questo…oggi c’è il sole fortunatamente!

Fatto sta che questa piastra CREA DIPENDENZA!

E’ sorprendente come anche le punte sembrino sane e morbide, cosa che con le altre piastre non mi è mai successo, al contrario erano quasi stoppa.

Ecco gli step da seguire:

  • Lavare i capelli come d’abitudine
  • Se si intende fare il trattamento alla Keratina, mettere sui capelli a seconda della lunghezza la crema (per capelli normali o sensibilizzati o il siero nelle parti più danneggiate)
  • Asciugare completamente senza spazzola
  • Riempire il recipiente (caldaia) con acqua distillata (a Roma l’acqua è molto calcarea, ma c’è uno stick per fare il test e vedere se è possibile usare quella di rubinetto)
  • Accendere la piastra selezionando la temperatura. Ci sono 4 livelli di temperatura, io ho scelto 190°C, che è meno di quella che usavo con la precedente piastra.
  • Dopo circa 4 minuti la piastra è pronta. Se chiudete le piastre inizia ad emettere vapore dai buchini presenti prima delle piastre.
  • Pettinare le ciocche
  • Passare sulle ciocche secondo il senso indicato dalle frecce. Questo è importante perchè prima deve passare il vapore e poi la piastra.

Quindi niente di più di una normale piastra a parte il riempimento della caldaia. Al termine si svuota e si ripone.

Da sottolineare che:

  • bastano 1 o 2 passate a 190°C
  • il tempo della piega è dimezzato (prima asciugavo con spazzola e poi piastra, ora invece niente spazzola)
  • i capelli hanno un buon profumo e corposità
  • si può usare anche senza prodotti, proverò….

Mi sento che piano piano mi sto riprendendo dal baratro della trascuratezza..oggi mani e piedi e domani cera inguine….ma non sarà troppo????

Alla prossima

TGMGO