Capello bianco ti sconfiggo…per questo mese!

La strada per rimanere una ragazza non può non passare per la lotta ai capelli bianchi.

Il capello bianco è proprio qualcosa che ti invecchia precocemente. Gli uomini sono brizzolati, affascinanti…le donne VECCHIE e TRASCURATE! E poi gli sguardi sulla testa….quando non hai fatto la tinta sono deleteri e minano forremente l’autostima..non li sopporto.

Io ho iniziato molto presto, quando ancora ero UNA RAGAZZA, diciamo all’età di 26 anni….Presto si, però è successo a tutte le mie amiche che con me frequentavano ingegneria a Tor Vergata….quindi forse c’è stata una causa comune scatenante….

Ora se ricordate, qualche mese fa sono stata abbandonata della mia parrucchiera (quella che mi aveva truccato e acconciato per il matrimonio e da cui andavo da ormai 4 anni!) e l’esperienza con il nuovo, che ha rilevato il negozio, non era andata benissimo.
La cute bruciava e avevo avuto una reazione sulla pelle.

Dopo un mese tra mare e montagna era giunto il momento di provvedere anche perché il 1 settembre avrei ricominciato a lavorare.

Bene! Vado al negozio di forniture per parrucchiere di Anzio, dove mi trovo in vacanza, e mi faccio consigliare.
C’è da dire che sono una parrucchiera mancata….intrappolata dentro un’ingegnere! Spesso ho fatto esperimenti sulla mia testa, su quella di mia madre e su quella delle mie amiche….

Ecco il risultato della visita al negozio:

IMG_0483.JPG

Ho specificato alla ragazza del negozio che avevo la cute sensibile, quindi mi ha consigliato questa tinta senza ammoniaca, resorcina e parafenilendiammina, NOOK nature’s Kolor.
In realtà conoscevo la marca, perchè la mia parrucchiera mi aveva venduto un’altro prodotto, NOOK Kromatic Cream, sia ravvivante del colore che antigiallo per il biondo di mamma, ma non sapevo che avesse anche la tinta e che fosse “più o meno BIO”.
Avevo anche provato altre tinte senza ammoniaca durante la gravidanza e a parte Casting di L’Oreal, i risultati erano tutti sul “rossiccio”, quindi avevo lasciato perdere.

Ho preso anche l’ossigeno, ma a 10vol, nella speranza che danneggiasse meno i capelli e sensibilizzasse meno la cute, anche perchè non dovevo decolorare ma coprire.

Come indicato dalla commessa del negozio ho amalgamato crema colorata e acqua ossigenata nelle quantità 50 ml e 75 ml (ovvero 1 parte e 1 parte e mezza). Tempo di posa 30 minuti.

La reazione sulla cute è stata minima, nel senso che ho avvertito solo un lieve fastidio, ma niente degno di nota.

Il colore bellissimo, un castano caldo con riflessi dorati, tanto che la commessa della farmacia mi ha fatto i complimenti chiedendomi da quale parrucchiere andassi.
Le ho confessato che avevo preso i prodotti a 50 mt dalla farmacia.

Veniamo alla tenuta!

E’ passato più di un mese e il colore ha scaricato molto durante i lavaggi. I capelli bianchi sono diventati con il tempo “più riflessati”, però nel complesso bene. Quindi se fate i capelli da sole ve lo consiglio anche se andare dal parrucchiere è più piacevole.

La battaglia è vinta, ma la guerra continua e tra qualche giorno dovrò rifare la tinta, ma questa volta mi concedo un paio d’ore per me e vado a provare un salone che utilizza prodotti BIO e garantisce ZERO ALLERGIE, scovato da mia madre (THE TREND SETTER).

VADO, PROVO E TORNO!

A presto

TGMGO