Capelli al vapore…

Ho sempre sostenuto che avere i capelli in ordine, facesse il 90% nell’aspetto di una persona.
Appena uscita dal parrucchiere, anche struccata mi sento un’altra!

E ultimamente i miei capelli hanno fatto veramente pena….figuriamoci il resto!

Devo fare la tinta ogni mese per la ricrescita e piega con il phon tutte le volte che li lavo perchè ho un capello che tende a gonfiarsi, ma il tempo a disposizione è sempre meno, quindi sempre più spesso somiglio ad un leone.

Vi ho già detto che il mio parrucchiere di fiducia ha cambiato gestione. Ci sono andata…ho provato…ma il colore non mi è pisciuto (fatto 2 volte) e la tinta mi bruciava la cute. Inolte cosa mai successa, per smacchiarmi il viso hanno usato un prodotto che mi ha fatto venire una bella chiazza rossa, sparita il giorno dopo mettendo il gentalin, ma comunque una CHIAZZA ROSSA!

Però grazie a lui una scoperta interessante l’ho fatta…la PIASTRA A VAPORE.

Vedo la chioma di una signore sulla 50ina, corvina, capello lunghissimo. La asciugano con il solo phon e il capello era quello che era….ovvero gonfi, si vedevano le punte sfibrate sulle lunghezze e opachi. Mi rigiro 15 minuti dopo…un’altra testa!  Capello lucentissimo, punte sane, da dietro sembrava una polinesiana!Rimango sbalordita e il parruchiere parla di piastra a vapore e mi promette che la prossima volta (?!?!?!?) la farà anche a me. Non avendo intenzione di tornare inizio a Googolare e scopro questa MERAVIGLIA!

 

 

Recensioni positivissime sul web! E pensare che prima ero una trendsetter, non mi sfuggiva nulla, ero sulla cresta dell’onda delle novità!

Disperazione…ma andiamo oltre!

E’ stato un acquisto impulsivo lo ammetto…(questo mese non comprerò nessun capo di abbigliamento come mi ero ripromessa, perchè questa ha fatto fuori il budget!), ma l’ho provata ieri e vale tutti i soldi spesi.

Metto anche il link dell’e-shop dove l’ho acquistata, perchè nè su Amazon (dove solitamente faccio acquisti), nè su Ebay, ho trovato un prezzo così “vantaggioso”.

Ne esistono due tipi, professional (con caldaia grande) e home (con caldaia piccola), quella che ho preso io.

Il pacco è arrivato il giorno dopo l’ordine, sono stati velocissimi.

Inoltre in abbinamento si possono scegliere dei prodotti (che consiglio), io ho preso quelli per capelli sensibilizzati, perchè tra tinte e phon effettivamente sono stressati.

Ma veniamo alla pistra.

Avete presente il ferro da stiro a caldaia??? Bhè il concetto è uguale! E’ una piastra di dimensioni più grandi rispetto a quelle sottili solite, collegata ad una piccola caldaia (contenitore di acqua).

Sembra che grazie al vapore, questa piastra secchi meno i capelli e che inoltre grazie a questi prodotti abbinati sia possibile fare un vero e proprio trattamento ricostituente alla Keratina.

Questo non posso assicurarlo. Il concetto ci starebbe pure. Posso dire che passando sulle ciocche queste sembrano quasi umide e toccandole poi il capello è invece asciutto, fluente e morbidissimo.
Volevo verificare cosa c’era in questi prodotti, perchè si parla spesso sui forum di capelli, di siliconi e parabeni, sostanze che non fanno bene alla capigliatura, che danno un “effetto” sano, ma è solo una patina depositata sopra.
Ovvio che non saranno prodotti ecobio, altrimenti lo avrebbero scritto.
Verificherò lo stato dei capelli un giorno senza passare la pistra, se sono peggiorati o no.

Inoltre la piega dovrebbe resistere all’umidità. Verificherò anche questo…oggi c’è il sole fortunatamente!

Fatto sta che questa piastra CREA DIPENDENZA!

E’ sorprendente come anche le punte sembrino sane e morbide, cosa che con le altre piastre non mi è mai successo, al contrario erano quasi stoppa.

Ecco gli step da seguire:

  • Lavare i capelli come d’abitudine
  • Se si intende fare il trattamento alla Keratina, mettere sui capelli a seconda della lunghezza la crema (per capelli normali o sensibilizzati o il siero nelle parti più danneggiate)
  • Asciugare completamente senza spazzola
  • Riempire il recipiente (caldaia) con acqua distillata (a Roma l’acqua è molto calcarea, ma c’è uno stick per fare il test e vedere se è possibile usare quella di rubinetto)
  • Accendere la piastra selezionando la temperatura. Ci sono 4 livelli di temperatura, io ho scelto 190°C, che è meno di quella che usavo con la precedente piastra.
  • Dopo circa 4 minuti la piastra è pronta. Se chiudete le piastre inizia ad emettere vapore dai buchini presenti prima delle piastre.
  • Pettinare le ciocche
  • Passare sulle ciocche secondo il senso indicato dalle frecce. Questo è importante perchè prima deve passare il vapore e poi la piastra.

Quindi niente di più di una normale piastra a parte il riempimento della caldaia. Al termine si svuota e si ripone.

Da sottolineare che:

  • bastano 1 o 2 passate a 190°C
  • il tempo della piega è dimezzato (prima asciugavo con spazzola e poi piastra, ora invece niente spazzola)
  • i capelli hanno un buon profumo e corposità
  • si può usare anche senza prodotti, proverò….

Mi sento che piano piano mi sto riprendendo dal baratro della trascuratezza..oggi mani e piedi e domani cera inguine….ma non sarà troppo????

Alla prossima

TGMGO

 

 

 

Annunci

O-O-O-Occhi di gatto….

L’occasione era perfetta.

Matrimonio del cugino di MM (mio marito).

Senza il piccolo A., perchè siamo andati da Roma a Bologna e non era il caso di fargli subire tutto quello stress. Su questo sono una mamma intransigente. E’ vero che i bambini devono stare con i genitori ma ci sono delle situazioni in cui è meglio che rimangano a casa con i nonni (o chi per loro) e continuino a fare le loro cose e seguire i loro orari.

Quindi ho rispolverato le mie care ciglia finte!!

Avevo iniziato a metterle dal matrimonio. La mia truccatrice me le aveva proposte e appena provate ho giurato a me stessa…MAI PIU’ SENZA!
Possono sembrare un inutile vezzo, ma rendono gli occhi più grandi e lo sguardo più profondo….insomma fanno veramente la differenza.

Io ne uso principalemente due tipi.

Le prime (quelle che mi ha anche messo la truccatrice al matrimonio) sono a ciuffetti di 3 misure differenti. Quelle corte vanno applicate più vicino all’angolo interno dell’occhio, quelle medie verso il centro e quelle lunghe ad aprire l’occhio verso l’esterno e così danno un effetto molto naturale.

foto

L’applicazione è semplicissima, basta un pochino di manualità.

Si procede così:

  • Trucco completo degli occhi compreso il mascara (meglio uno ben strutturato) Io adoro l’ultra tech della Kiko che appena aperto non sembra un granchè, ma dopo qualche applicazione raggiunge la giusta consistenza e dona un bel volume alle ciglia. Comunque meglio non esagerare, serve solo per sostenere le ciglia finte.

  • Lasciando le ciglia nel loro alloggiamento, far scendere una goccia di colla alla base del ciuffetto. Senza esagerare. E’ fondamentale una buona colla. Quella fornita nella confezione va bene, ma suggerisco di acquistarne una specifica, io ho la LashGrip di Sephora.
  • Prelevare il ciuffetto con la pinzetta per le sopracciglia dalla parte del ciuffo (opposto alla base dove abbiamo messo la colla)
  • Appoggiarlo in corrispondenza dell’attaccatura delle ciglia naturali.
  • Attendere l’asciugatura. La colla vi sembreràbianca, ma se aspettate una decina di minuti diventerà trasparente.

Io ne metto circa due per ogni dimensione.

L’altra tipologia prevede l’applicazione di una ciglia intera sull’occhio.

L’effetto è si meno naturale, ma sorprendente!

Anche qui:

  • Trucco completo degli occhi
  • Prendere la ciglia con le mani e distribuire uniformemente la colla sul bordo che tiene uniti tutti i ciuffetti.
  • sempre tenedo la ciglia con le mani, avvicinare alla palpebra all’altezza delle ciglia naturali e con una piccola pressione con il retro della pinzetta per sopracciglia far aderire.
    Attenzione che la pinzetta sia sempre pulita dalla colla altrimenti la ciglia rimane adesa allo strumento e non alla palpebra.
    Attenzione a dove posizionare la ciglia. Fate una prova “a secco” per verificare la posizione migliore. Un pò prima (verso l’angolo interno) di metà occhio per me è l’ideale.
    Inoltre far aderire la ciglia finta il più possibile all’attaccatura di quelle naturali, quasi a poggiarle sopra altrimenti saranno più alte e si vedrà il distacco, mentre devono “fondersi” ovvero essere ben integrate.

Per la rimozione basta un normale struccante e un pò di acqua calda.

Che invenzione spettacolare……

 

IMG_7070

 

Buoni propositi per….

Ho sempre avuto fin da maggio una abbronzatura da fare invidia fino allo scorso anno!

Ora siamo a metà luglio e ho un color grigio pallido che proprio non mi dona….poi capita che vai al mare ad Anzio, la stagione è scoppiata letteralmente e fai degli incontri che minano ancora di più la tua autostima….

Sulla spiaggia incontro un’amica di vecchia data. Lei ha ben due bambini. Beh … è sempre stata uno splendore….

  • Capello perfetto nonostante il vento, la salsedine e i numerosi stazionamenti in acqua per sorvegliare i pargoli
  • Manicure perfetta, ovviamente in gel, neanche una scheggiatura o riccrescita
  • Viso lievemente truccato, quel tanto che fa “la mattina io mi sveglio così al naturale” e incarnato perfetto
  • Sopracciglia ad ali di gabbiano (di quelle che volano altissimo, ma non ti fanno la faccia da megera) e ovviamente naturali non disegnate!!
  • Occhiaie queste sconoscute
  • Costume nuovo che sta d’incanto
  • Ovvia predisposizione alla chiacchiera, perchè quando stai d’incanto ti va anche di chiacchierare…

La sera a cena altro incontro che mi mette KO! E anche qui

  • Capello piastrato perfetto
  • Viso liscio e colorito salutare di chi ha fatto a metà luglio una settimana di ferie al mare
  • Ali di gabbiano sempre!!!
  • Look neanche ve lo dico….

Ora in questa occasione non è che io fosse messa malissimo ma capirete che:

  • i capelli asciugati di fretta e furia si erano gonfiati appena scesa da casa
  • ero risalita più o meno 6 volte a casa per 1. cambiare il reggiseno perchè avevo la schiena scoperta e avevo messo quello bianco che si vedeva, 2. prendere la giacca che avevo dimenticato, 3. mettere un cerotto perchè le scarpe mi facevano male 4.5.6. non ricordo!
  • non avevo bracciali, anelli niente di niente che nella fretta avevo dimenticato
  • smalto neanche a parlarne e il gel non lo faccio più
  • leggera ricrescita ai capelli (il mio parrucchiere di fiducia mi ha anche abbandonato perchè ha deciso di vendere!)
  • le sopraciglia una sofferenza…cespuglio indomito che di volare alto proprio non ne vogliono sapere….più che ai di gabbiano…coda di topo..
  • per fortuna avevo fatto il rasoio..si perchè la ceretta l’ho abbandonata da un pò…da quando ho capito che tempo non c’è e che poi tutte quelle cavolate che si raccontano (ti cresceranno più peli, più folti, più forti, più neri, più tutto!) non sono vere
  • le occhiaie le ho sempre avute…ma forse è meglio che riprendo a mettermi il correttore che avevo abbandonato…

Sarò severa con me stessa, ma scriverlo mi aiuta a focalizzare le mie mancanze. E comunque sono serviti anche questi incontri perchè un paio di trucchetti dalle mie amiche li ho carpiti…

QUINDI

keep-calm-and-go-on-3818

Buoni propositi

  • acquistare un capo di abbigliamento nuovo al mese….(non ci crederete ho dei pantaloni che metto ancora che hanno 10 anni!!!!! – direte ah però ti entrano ancora…quello SI evviva…ma hanno 10 anni!!!)
  • parrucchiere nella pausa pranzo almeno per una piega in vista del fine settimana (primo trucco che ignoravo!)
  • manicure nella pausa pranzo (altro trucco)
  • riprendere a fare un pò di sport che sia anche una pedalata in bici che adoro (quando lo devo decidere!)
  • fare una settimana di vacanza a luglio per non arrivare sfatta ad agosto (dal prossimo anno)

Poi se mi verrà in mente altro aggiungo, per ora sarebbe già un successone fare queste cose!

A presto

TGMGO

Take care of yourself!

Il pianeta mamma, come dice una mia amica, è quello stato in cui entri all’incirca intorno al quinto mese di gravidanza  (io un po in ritardo diciamo qualche mese dopo la nascita del piccolo A.) in cui cominci a ragionare come una MAMMA e sei presa da uno stato di totale abnegazione.

Tutte le tue attenzioni sono rivolte al piccolo e anche tutti i tuoi soldi finiscono in tutti i negozi per bambini di cui prima ignoravi l’esistenza. Se faccessi un’analisi delle strisciate bancomat vedrei solo acquisti come pappe, pannolioni, creme cambio, tutine, ect.

Finalmente qualcuno lunedì scorso è venuto in mio soccorso….(no!…non è venuto il parrucchiere a casa….No…neanche l’estetista…..ma questi sono dettagli!!!!)

Proprio mentre facevo la spesa in un negozio Bio vicino casa faccio un incontro interessante.

Una informatrice scentifica (così si è presentata) mi ha riempita di campioncini di prodotti Weleda, non solo per il piccolo A., ma anche per ME. E’ stata una piacevole sorpresa perchè avevo conosciuto questo brand solo per i prodotti destinati ai neonati e invece ho scopreto che ce ne sono moltissimi altri.

Lei parlava con una voce così calma e affabile che mi ha trasmesso un profondo senso di benessere e tranquillità, così sono tornata a casa con il proposito di coccolarmi un po.

foto

 

Ecco la lista dei campioncini che sto provando (metto anche i link al sito dell’azienda per i dettagli):

Buona consistenza da siero ovviamente, si assorbe rapidamente. E’ una base per la crema da giorno, ma nella fretta una mattina ho messo solo questa e non ho sentito la pelle che tirava, quindi comfortefole direi.

Ok non sono più incinta, ma ho sempre gradito le formulazioni oleose. Oltre a prevenire le smagliature ha un buonissimo odore e può essere usato come un olio corpo.

Questo olio è specifico per massaggi “sportivi”, quindi dopo una sessione di allenamento allevia l’affaticamento, ma la ragazza mi ha spiegato che spesso le rughe di espressione o il viso affaticato al risveglio possono essere determinate dalle tensioni di spalle e collo. Quindi indipendentemente dall’attività fisica, un massaggio alla sera con questo olio sulle spalle aiuterà il rilassamento. Ha un ottimo profumo leggermente balsamico. Provare per credere!

Questo è il mio preferito. Generalmete lo metto la sera su viso e collo per una dose di idratazione extra. Gradevolmente e delicatamente profumato. Da alternare con l’olio di Argan (qualunque marca purchè 100% argan)!!!

La prima prova dello Shampoo non è andata benissimo, avevo la confezione da 10 ml e il ho una massa abbondante di capelli. E’ vero che va messo sulla cute come ogni shampoo, ma a causa della viscosità non è bastato, quindi credo di non averlo passato sul retro della testa e ora mi ritrovo con la testa pulita a metà. Riproverò perchè ho visto che ho un altro campioncino.

Seconda prova con campiocino da 18 ml. Anche questa volta non sono soddisfatta. L’effetto lavaggio è troppo delicato, i capelli sembra rimangano poco puliti alla radice e secchi sulle punte.

Ma non mi voglio arrendere perchè ha un profumo veramente gradevole che mi piacerebbe avere sui miei capelli, quindi magari ne comprerò un flacone per avere a disposizione la giusta dose per la mia folta chioma.

Aspetterò un po per provarlo perchè i miei capelli hanno bisogno di riprendersi un pochino….

Anche questo aspetterò che il piccolo A. abbia i dentini e per ora (7 mesi e mezzo) non ne vuole sapere!

Questa crema è davvero ottima. Leggermente densa come formulazione ma previene e allevia i rossori. Il piccolo A. ha la pelle delicatissima quindi per lui è un vero toccasana. Il profumo è inebriante, come anche l’olio per i massaggi alla calendula che già avevo provato.

Tutto qui!

Alla prossima

Nobildonna o plebea? | BB Cream KIKO

Io l’ho voluta provare….. Forse a 36 anni avrei bisogno di texture più strutturate, ma per tutti i giorni, per andare a lavoro e non appesantire i lineamenti mi sembrava una buona idea…e così si è rivelata. Ci sono voluti anni per scoprire che a volte più cerchi di nascondere e peggio è..il fondotinta spesso mi segna per non parlare del copriocchiaie….ne ho comprate valanghe per poi scoprire che forse è meglio non metterlo, per non far comparire le rughette che senza non ci sono… Comunque…. ordinata on-line, come tutti i miei ultimi acquisti visto che il tempo è ZERO….presa la tonalità più scura (dark n5) per non cadere nell’effetto bambola diporcellana…..che si ok….la carnagione chiara…le nobildonne….a me non interessa proprio, preferisco essere considerata una plebea in salute piuttosto che nobildonna in fin di vita!   Per me la riuscita di questa crema è ottima, sembra bianca, ma ha all’interno delle micro sfere colorate che con l’applicazione rilasciano il colore. Va uniformata bene anche sul collo e il gioco è fatto. Un colorito salutare. Il profumo è anche gradevole. La quantità non è moltissima, solo 30 ml, che io per recuperare un colorito decente ogni mattina finisco in pochissimo tempo! Dipende ovviamnete dal vostro grado di grigiore….. Bye  

Mare, Relax e crudo di pesce!

Terzo anniversario di matrimonio e questa volta siamo in 3!
Lo scorso anno ero incinta, NON POTEVO MANGIARE…disastro per me che adoro il crudo di pesce e tutto quello che in gravidanza è sconsigliato….

Quindi per festeggiare e rifarmi dei 9 mesi di privazioni dello scorso anno niente di meglio di un weekend ad Anzio, località di mare da anni frequentata da me è la mia famiglia e apprezzata moltissimo anche da Mio Marito per le godurie di pesce e il buon vino!

Il tour gastronomico è iniziato alle ore 18:30 con un piacevole aperitivo presso Altieri tradizione e tendenza (vi metto il link alla loro pagina FB) in piazza Garibaldi 23, dove prima era la cartoleria.

C’è da dire che ogni anno ad Anzio ci sono delle sorprese, in genere chiudono i negozi e aprono i ristoranti.
E nonostante ci siano più ristoranti che abitanti, provate ad andare a cena il sabato sera senza aver prenotato….IMPOSSIBILE!

Purtroppo non ho fatto foto, ma l’aperitivo era superlativo.
Un cocktail ACE fatto da loro, salsa tzatziki con crostini tipo Wasa e un piatto di crudo di pesce veramente creativo (salmmone selvaggio, scampi crudi, tonno, ect).

Una sorpresa rispetto al calssico (e alquanto scontato) aperitivo che solitamente trovavamo qui ad Anzio fatto di crodino, tartine, salatini e pizzette e per soli 8€!

Ore 20:30 Romolo al Porto ….chi non lo conosce? Confesso….in 36 anni di Anzio non c’ero mai stata. Un pò mi sembrava il classico locale da sboroni, ci vedevo sempre bellone biondone agghindate a festa (alquanto ridicole) e arrampicate su tacchi 15 (chiariamoci….io sono una fan dei tacchi anche durante le pulizie di casa, ma il troppo come si dice storpia…..o metto i tacchi o una minigonna o le ciglia finte o la scollatura o il rossetto rosso fuoco….tutto insieme decisamente troppo!).

Comunque io ho sempre preferito locali più tranquilli e discreti, per chi conosce Anzio nomi come Alceste, la Tavernetta o Il Porto D’Anzio (che ha chiuso ma era fantastico), quindi indipendentemente dal prezzo, situazioni meno “strillone”.

Mah per il terzo anniversario volevo fare contento MioMarito che non capiva la mia riluttanza, quindi ANDIAMO DA ROMOLO.

Ehhhhh…..anche qui piacevole sorpresa. I crudi di pesce (antipasti) sono eccezionali e anche quelli cotti. Sono un’infinità!!! (da notare che ha deciso LUI cosa abbiamo mangiato, portarci il menu è stata una formalità quando gli abbiamo confessato che era la prima volta che andavamo!).
Anche il primo piatto era ottimo, molto cremoso, ma io non amo le cozze 🙂 e anche questo l’ha scelto lui per noi.
Mio Marito, amante delle cozze (questa cosa non mi fa onore!) lo ha gradito tantissimo.
Per finire carrellata di solci superbi.

Quindi esperienza superlativa!

L’unica pecca è effettivamente il caos, perchè si percepisce la tensione del proprietario e dei camerieri per il duro lavoro e l’organizzazione della serata.

p.s. Qualcuna agghindata a festa l’ho vista 😉 Il giorno successivo (anniversario) decidiamo di bissare….altro aperitivo e altra cena!.

Adocchio una pescheria su Via Gramsci n21, Pescheria del Gatto, (da non confondere con L’Enoteca del Gatto che merita un capitolo a parte), con un cartello “Aperitivo di crudo 10€!!! Bhè allettante no?!?!? Ecco quello che ne rimane…

 

20140703-094801.jpg

La cena all’Osteria contro Corrente   in Piazza Pia, 1 questa volta con il menu fisso a 25€.
Ci siamo stati anche lo scorso anno con alcuni amici (menu alla carta) e siamo sempre soddisfatti.
Il pesce è fresco, ovviamente quello del menu fisso è pesce “povero” (come lo chiamao loro anche se a me non sembra), se si ordina dal menu c’è più varietà.
Lo scorso anno ricordo spaghetti con arselle (telline) da favola. Devo dire ad Anzio per mangiare si va sempre alla grande. Tornati a Roma con 1 Kg in più ma felici!

p.s. E’ stato solo un kg in più grazie all’allenamento che il piccolo A. ci ha fatto fare per andare e tornare più volte dalla spiaggia….ehhh si….gli orari sono cambiati…non si scende più alle 11:30 bensì alle 8:30 e non si fa più la lunga con pranzo in spiaggia ma si torna a casa e poi si riscende……